News

Barrages Under 16

Set 12, 2016

Buona la prima: under 16 Imperia Rugby asfalta San Mauro Torinese e vola al secondo turno dei barrages

 

Prima partita vera della stagione al Pino Valle di Baité. Sono di scena i barrages per l’Elite Under 16. Livello nazionale. Imperia Rugby, in virtù di tre anni di piazzamenti di rilievo in categoria, inizia in casa. San Mauro Torinese è avversario tradizionale a tutti i livelli, spesso ostico e fisico. La preparazione è stata limitata nel tempo, ma non nella qualità. Alessandro Castaldo è quanto di meglio si possa avere a disposizione per queste emergenze.

Di fatto la partita è subito per l’Imperia. Segna Adi Musso, che sembra, come quasi tutti, non soffrire il cambio di categoria. È cosa diversa dalla under 14, sono tempi in cui i ragazzi cambiano struttura fisica, mentale, psicologica. Bisogna riadattare i ruoli, quasi ripartire da punti fermi. Musso gioca da primo centro. In un rugby seniores potrebbe anche essere un’ala, data l’enorme velocità, ma lo schieramento a primo centro è vincente, perché la palla gli arriva prima, pulita e si può sfruttare la sua inarrestabile progressione, oltre a qualche più che necessaria abilità difensiva visto il ruolo interno.

Si gioca anche di mischia, perché San Mauro combatte, ma ogni velleità avversaria viene spezzata da una notevole attitudine confidenziale per il placcaggio, con la terza linea Calzia, Bravo e Landini che hanno imposto il loro gioco in difesa ed in attacco.

Interessante il gioco della mediana. Davide “Ferro” Ferraro sta lavorando sicuramente sulla crescita fisica. A livello di creatività e velocità non è secondo a nessuno. In qualche modo può impostare il suo gioco sulla memoria di grandi mediani di mischia “tascabili”, come il memorabile irlandese Stringher. A suo vantaggio, Ferraro possiede anche una folta capigliatura. Serpone è interessante in apertura ed è una costruzione per il futuro, dato che i tre quarti, nell’ordine Luglia, Musso, Signorella e Binelli hanno sempre trovato spazi.

Segnano Musso tre volte, il mediano Ferraro, Luglia e Calzia, questi ultimi dopo una serie notevole di grandi placcaggi.

La partita termina anzitempo ed è tutto guadagno per Imperia in termini di recupero. Al 20’ del secondo tempo San Mauro non ha più cambi e l’arbitro Carlo Pastore decreta la fine del gioco (non delle ostilità, come si dice nel calcio, che è altra cosa). Direzione di livello, tra l’altro, perché Pastore può dirigere anche in serie A, e si vede. Punteggio finale di 40 a 0 per Imperia con 6 mete. Ora prossimo turno e vediamo chi arriva. Si suppone ancora la calata dei padani, con bel ritorno turistico per Imperia.

Felici i tecnici: poche parole sui social media, come di consueto, di Alessandro Castaldo, che nutriva scaramanticamente qualche tensione. Giorgio Pallini, tra l’altro dotato di una licenza di secondo livello, non può che essere soddisfatto del suo esordio vincente. Aventi un altro.

 

Imperia passa così al successivo turno, di seguito i risultati completi degli altri incontri:

 

Lecco – Velate 17/18

VII Torino –Amatori Genova   20/14

ASR Milano – Lumezzane 53/0

Junior Brescia – Seregno 29/19

Mantova – CUS Genova 24/19

CUS Torino – FTGI ProRecco/Spezia 22/0

Bergamo – Amatori&Union Milano 24/17

Imperia – San Mauro 40/0 (sosp.19’ st)

Monferrato – Bassa Bresciana Leno 19/14

Biella – Fiumicello Brescia  22/27

Rho – Savona  34/10

Province dell’Ovest – Parabiago 10/40

Sondrio – Rivoli  43/17

Lainate – Cuneo Pedona 19/34

Rovato – Raptors Valcavallina  69/0

Varese – Ivrea   17/22

 

Immagini di Claudio Valente

img_6501

 

admin
Author: admin

News correlate