In evidenza | News

Union Riviera Rugby under 18: grande sfida e grande difesa, nonostante la sconfitta

Mar 28, 2017

Primo barrage a livello under 18 per la Union Riviera Rugby. Arriva il Biella, dominatore del girone piemontese del Nord. Si tratta di una squadra costruita per l’ambito Elite nazionale e si vede. Biella è una società all’avanguardia, capace di militare nella parte alta della serie B. I giovani non sono da meno. La loro under 18 in campionato ha rifilato una media di 50 punti a tutti.  Per i lanieri la discesa in Riviera ha presentato un banco di prova di interesse, non solo per la possibilità di confronto con un’altra realtà rugbistica, ma anche per gli indubbi risvolti turistici in un contesto ambientale in cui tutti, dal Nord, desiderano giocare. Va detto: per la Union è stata una partita difficile ed i 33 punti subiti hanno rappresentato comunque un valido limite allo strapotere fisico degli avversari. Va detto che la prima meta ospite è stata segnata dopo ben 16 minuti di gioco. Resistenza all’arma bianca, dunque. Il capitano Attilio Damiano annota il grande sacrificio della mischia, dove comunque il buon Mirko Ascheri in seconda linea è una novità da incentivare per il peso che porta dietro le prime linee, là dove agisce per esempio un Nicolò Gheza che ammette il grande lavoro e la notevole capacità dei biellesi nelle fasi statiche. Per questo il pallone lo avevano quasi sempre loro, in rapporto anche alla conquista in touche e ad una buona interpretazione dei punti di incontro. La difesa per il momento è stato il punto chiave del match per la Union. Ardoino, schierato mediano di apertura, sottolinea che è stato utile tutto il lavoro settimanale sul placcaggio, cosa che ha creato agli ospiti una serie di errori con molti in avanti. Sono loro punti deboli che andranno sfruttati nel ritorno. La cosa migliore è stata senza dubbio l’aggressività, cosa che ha portato alla tensione chi cerca di giocare in modo gigione. Per la cronaca, la nuova mediana con Marasco e Ardoino ha funzionato in contenimento, potendo sfruttare Archimede nei tre quarti. La missione si riapre ora in vista del ritorno a Biella in data 9 aprile. I tecnici Lisco e Zorniotti intendendo provare qualche nuova soluzione, anche per poter essere più efficaci in ruck, disporre della palla e andare a scovare le debolezze avversarie. Secondo Lisco il morale è alto, i numeri ci sono anche se mancano alcuni elementi di esperienza. La squadra, al di là delle società che hanno la Elite, è comunque entro le prime quattro del Nord Ovest e il ranking ha il suo peso. A livello individuale, ovviamente, hanno fatto una bella figura i placcatori: monumentale Stangalini, che necessita comunque di continuità, così come Damiano e Mitolo. Braccini, per parte sua, è risultato il consueto sulfureo ultimo uomo: da lui, anche, si attende qualche fuoco d’artificio in terra piemontese.

 

UNDER 18 GIR. LIGURE/PIEMONTESE  (I GG. ANDATA)

Union Riviera – Biella   0/33

Rivoli – Savona  27/10

CLASSIFICA: Biella e Rivoli 5, Union Riviera e Savona 0.

 

 

 

admin
Author: admin

News correlate