In evidenza | News | Under 14

Imperia Rugby under 14 protagonista a Roma, nonostante la Nazionale

Feb 15, 2017

I giovani li abbiamo ! Per una squadra nazionale di rugby che non regala soddisfazioni, c’è un movimento giovanile consolidato e pieno di passione. Un mondo che si muove, che vive una dimensione internazionale e che va oltre. Oltre la linea, oltre gli steccati, oltre i limiti e pensa i grande. È così anche per l’Imperia Rugby. Chi fa parte di questa grande famiglia, sempre più affollata, è coinvolto in esperienze che poi ti restano dentro per la vita, qualunque sia il tuo cammino. Non polemiche da cortile, non un giochetto ai quattro cantoni. Sono trasferte vere, viaggi, emozioni. È il caso della under 14 che si sposta a Roma per il torneo organizzato dalle Fiamme Oro, espressione della Polizia di Stato e caposaldo dello sport in Italia. La squadra di rugby della polizia milita con onore nel massimo campionato nazionale e ha recentemente dato alla causa un giocatore come Carlo Canna, attuale mediano d’apertura degli Azzurri. Ahimé, uno dei meglio quotati al momento, pur nella debacle. E così i giovanissimi dell’Imperia si sono trovati nel grande centro sportivo di Ponte Galeria di Roma. Hanno preso contatto con una realtà di valore assoluto. Merito principale nell’organizzazione va a “nonno Giò” Lisco, il quale da anni ormai tesse un rapporto stretto con le Fiamme Oro, presenti in modo ormai fisso ai tornei organizzati ad Imperia, vero capoluogo rugbistico della Liguria occidentale e ormai leader di un movimento tricuspide. A livello tecnico l’Imperia under 14 deve fare tesoro dell’esperienza: i ragazzi di Perrone e Abbo si sono trovati di fronte le stesse Fiamme Oro, l’Oltremella di Brescia e il Reggio Emilia. Come dire la crema, e anche il cioccolato. Ambienti già conosciuti ad Imperia perché il rugby locale è davvero di apertura nazionale. E però capaci di lavorare su bacini di reclutamento molto ampi. Il peso messo in campo dagli avversari dell’Imperia è stato notevole, ma il rugby è “mai paura” e così i giovani liguri hanno giocato con voglia, grinta e cuore mettendo in mostra anche quelle “buone mani” che mancano ad alto livello. Le sconfitte sono state limitate: due mete in meno di fronte ad Oltremella, di quattro con i favoritissimi delle Fiamme Oro e di una sola con un Reggio Emilia, che rendeva la pariglia di una sconfitta subita nel torneo imperiese “Oddone”. Vecchie e nuove conoscenze. Molto bravi tutti. Qualcuno, poi, sta crescendo, perché si impegna nell’applicare i fondamentali. Si è segnalato Luca Parodi, che ha messo a sedere più di un avversario più grande con micidiali placcaggi. Terza linea del futuro ? In ogni caso la sconfitta con i Salesiani è stata mitridatizzata. Ora sotto con le Province dell’Ovest. L’appuntamento è per sabato 18 alle 15.30, campo Pino Valle di Imperia. L’ambiente aspetta i reduci dalla Città Eterna.

admin
Author: admin

News correlate