In questa categoria vi sono alcuni aspetti di rilievo. Il campo è più grande, i ragazzi sono in piena età dello sviluppo ed è compito dei tecnici avviarli al migliore ruolo in campo e nella vita. Rispettando il gruppo e compiendo una serie di partite e raggruppamenti obbligatori. Non c’è ancora una classifica, ma si valutano attitudini, confidenza e capacità. Giocano tutti e c’è un ruolo per tutti.

I giocatori

Alexander Arduino, Alessandro Arquà, Alessandro Bocchi, Nathan Canfori, Giulia Cavallo, Samuele Ceccarelli, Filippo Cerlienco, Gabriele Covino, Loris Czisovszky, Alessio Faccio, Leonardo Gandolfi, Lorenzo Gerbore, Valerio Goggi, Pietro Luvoni, Nicusor Eduard Mircea, Tsega Musso, Tommso Olivieri, Giorgio Papone, Ennis Pelle, Giuseppe Serrano, Thomas Wolff, Filberto Zoppi.

I tecnici

Elvezio Reitano

Conosciuto come Ezio, è uno dei pilastri della storia rugbistica non solo imperiese, ma ligure. Ha giocato con il Delta e gli Amatori ad Imperia e con il Cogoleto in serie B, a livelli altissimi per i tempi. Mediano di mischia, mediano di apertura, ruolo nel quale ha forse dato il meglio ed estremo. Invidiato e ricercato da compagini di alto livello, è rimasto in Liguria, fedele alla sua patria ovale ed alla famiglia, diventando apprezzato ristoratore. La sua visione del rugby è aperta, vivace, inventiva. E la trasmette con energia positiva e concretezza. Possiede il diploma di tecnico di II livello FIR, è aggiornato sulle tecniche di allenamento e sulle strategie mentali per vincere la battaglia della vita in campo e fuori.

Franco La Macchia

Per parlare di Franco La Macchia e il rugby non basterebbe una enciclopedia. Prima linea nella vita e nello sport, è un convinto assertore di uno stile di vita sobrio e sano. Allenatore di II e III livello FIR, è contraddistinto da una filosofia di approccio all’attività sportiva di tipo totale, quale scuola di vita. A livello tecnico è un assertore di un approccio britannico alla disciplina, in cui nulla è lasciato al caso. Profondo conoscitore della disciplina, ha già allenato ad alto livello, giungendo a guidare la squadra femminile dell’Imperia Rugby ad un quinto posto nazionale a livello Seven. Padre esemplare, lavoratore indefesso e passionale, non delude mai.

Ezio Archimede

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento e per raccogliere statistiche sul suo utilizzo. Clicca su Accetta per consentire l'uso dei cookie da parte del sito. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi