Cus, sempre Cus, nient’altro che Cus…ancora una volta la Union Riviera Rugby ritrova sulla strada delle sue mete una compagine a fondazione universitaria. Nel girone di C1 nazionale, infatti, la franchigia della Liguria occidentale ritrova ben tre squadre espressione del mondo accademico: Genova, Torino e ora Pavia. Nei primi due casi si parla di squadre cadette, nel terzo caso di una prima squadra. E sempre e comunque Centro Universitario Sportivo. Questo perché il rugby è sport scolastico per eccellenza, vuoi che si fondi su basi legate a blasonati atenei, vuoi che lo si predichi negli Istituti provinciali come fa il sistema che opera da anni sotto l’ombrello della franchigia della Liguria occidentale. E così i corsari di Franco La Macchia e Davide Pozzati avranno di fronte un’avversaria ormai classica e temibile. I pavesi sono infatti una compagine solida, che ha fatto della freschezza del gioco un marchio di fabbrica. Per contro è tutto da scoprire il piano di gioco escogitato dai tecnici locali. Il Cus è una realtà di solito patita in quel di San Remo, ma del tutto affrontabile a viso aperto nel grande impianto dedicato a Pino Valle. Si giocherà, alla mano, si spera, soprattutto se il terreno mostrerà tenuta nonostante le ingenti piogge. E che Pavia si faccia la sua bella gita in Riviera, accolti da una Club House calda e ribollente di birra e leccornie. Appuntamento, per tutti, domenica 11 novembre, ore 14.30. Il sole splende.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento e per raccogliere statistiche sul suo utilizzo. Clicca su Accetta per consentire l'uso dei cookie da parte del sito. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi