L’annata della foltissima rappresentanza dell’Imperia Rugby under 12, con più di 30 piccoli giocatori nel gruppo, volge alla conclusione maturando le esperienze forse più belle e di carattere internazionale. Anche quest’anno l’Imperia Rugby è l’unica società italiana ad essere convocata per il prestigiosissimo torneo di Santa Devota di minirugby. Si gioca sabato 11 maggio, nell’ancora avveniristico stadio Louis II, teatro di mille imprese sportive, legate al calcio, all’atletica ed ora anche al rugby. E peraltro all’interno di un complesso che ospita anche piscina, palasport, palestre… fosse così sempre, ma il mondo del rugby, con le sue club houses come spazi di aggregazione, al Louis II ci sta bene. L’Imperia Rugby under 12, nella stagione, ha compiuto notevoli progressi: i tecnici Castaldo e Mariuccia Reitano, con altri sostegni come Alessandro Ardoino e la partecipazione entusiasta dei genitori, hanno creato un vero gruppo, capace di cambiare costantemente formazione, dato il grande numero di iscritti, ma non di snaturare il gioco, che è sempre stato veloce, divertente, creativo. I ragazzi e le ragazze, giocando congiunti, hanno sviluppato sempre di più valori di gruppo e abilità personali e questi fattori sono stati determinanti nelle soddisfazioni in campo. Adesso, dopo avere ben impressionato tutto l’anno in campo nazionale, è il momento di andare oltre l’ostacolo in un contesto internazionale. E che contesto: il torneo di Santa Devota di Monaco è uno dei principali tornei giovanili mondiali, volti a propagandare i valori del rugby in un contesto il più possibile ampio e con un corollario di attività anche per i più piccoli, dai 3 a 5 anni e con attività pedagogiche per i meno fortunati. Tutto questo per volontà di Sua Altezza Serenissima la principessa Charlène, che sostiene il progetto con la sua fondazione. Già nella scorsa stagione le Loro Altezze Serenissime, i principi, presente anche il Principe ereditario Jacques, sono stati perfetti organizzatori e hanno conosciuto personalmente tutti i giocatori ed accompagnatori. La partecipazione, del resto, è vasta, e comprende squadre di quattordici paesi. Eccoli: Abu Dhabi (EFR), Sud Africa (LIV), Andorra (Fédération), Inghilterra(Londra), Dubaï (APRSA), Spagna (Barcelona), Francia (Lucciana, Montpellier, Provence e Toulon), Georgia (Tbilissi), Ile Maurice (Sélection Fédération Mauricienne), Italia (Imperia), Monaco, Svizzera (Association Vaudoise), Russia (Kaliningrad) e per la prima volta una squadra statunitense (USA West Rugby). Crema e cioccolato, dunque, con grande curiosità per gli ambiti in crescita, come Spagna, la Spagna catalana, la Russia e gli Stati Uniti, la ricerca di conferme per la scuola francese, che comprende anche gli amici delle Isole di Mauritius e la zona svizzera. Le presenze britanniche nella penisola arabica seminano poi molto bene. E in Georgia, si dice, i bambini nascono già con la barba. Insomma, sarà durissima, a partire dal primo girone di classificazione per Imperia. Infatti troverà i “cugini” del Monaco, già affrontati in stagione, molto dotati a livello fisico e campioni uscenti. Oltre Monaco ci saranno i coriacei corsi del Lucciana, ovviamente destinati a giocarsi il challenge di Santa Devota (la patrona del Principato era, secondo la tradizione, originaria proprio della località corsa). E infine, a completare la rosa, i temibili sudafricani. SI giocherà su di un tipo di campo standard, con le regole del rugby a sette, il placcaggio ammesso (in Francia è stato ridotto l’impiego del placcaggio nelle categorie giovanili, alla ricerca di maggiore continuità di gioco) e i tempi contingentati. Conterà partire veloci e mantenere il ritmo. Imperia ha il vantaggio numerico e potrà giostrare con molti elementi. Vedremo, il banco di prova è di notevole rilievo. E la cosa importante è già esserci e passare una giornata indimenticabile giocando a rugby assieme al mondo. Tutto in un giorno.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento e per raccogliere statistiche sul suo utilizzo. Clicca su Accetta per consentire l'uso dei cookie da parte del sito. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi